Presentazione

 

 

La Scuola Media di Ambrì è la più piccola del Cantone e quella situata all'altitudine maggiore (circa 1000 m s.l.m.). È attualmente frequentata da 114 allievi suddivisi in 8 sezioni: due prime, due seconde, due terze e due quarte. Questo permette di avere un ambiente di lavoro piacevole e famigliare.

La sede è situata ai margini di un bosco di abeti e betulle. Essere immersa nel verde della natura durante la primavera e l'estate, negli stupendi colori dell'autunno e nell'abbondante neve in inverno le conferisce un'atmosfera veramente particolare.

Questi pochi appunti chiariscono inequivocabilmente la peculiarità del nostro istituto, che vive quotidianamente la realtà di una valle di montagna; i suoi inverni lunghi e rigidi e in considerazione della sua posizione, la mancanza di sole da ottobre a febbraio.

Altra tipica particolarità sono i rapporti, improntati sulla conoscenza personale e il rispetto dei rispettivi ruoli, instauratisi con gli Enti pubblici, le diverse Associazioni e le famiglie dei nostri allievi.

Non si può non accennare anche all’importanza culturale che riveste il nostro istituto nel contesto sociale in cui vive e l’ottima immagine di cui gode. Basti pensare che la nostra biblioteca, che risulta essere la più fornita di tutta l’alta valle Leventina, è sempre aperta al pubblico, così come aperte al pubblico e a disposizione delle società sportive locali sono la palestra e la piscina di proprietà del Comune di Quinto. Frequenti sono pure i corsi per adulti che si tengono nelle nostre aule speciali (educazione manuale e tecnica, educazione alimentare, arti plastiche). Alla fine dell’anno scolastico poi, vi è sempre grande attesa, sia per la rappresentazione del teatro delle quarte medie, che per l’uscita del giornalino di sede Media Viva. Questi momenti hanno da sempre il pregio di rinsaldare il legame col territorio che ci ospita.

Da questa breve presentazione della nostra sede di scuola media risulta evidente come il territorio e il contesto sociale nel quale operiamo abbiano una grande influenza sulla vita dell’istituto e di conseguenza coloro i quali si avvicinano alla nostra realtà devono tenere in debita considerazione l’esistenza di questi particolari aspetti. 

Istoriato della sede

"Lunedì 8 settembre 1980: nell'Alta Leventina inizia "l'avventura" della Scuola Media. Una data importante per l'organizzazione scolastica della Valle e che segue di tre giorni la storica giornata di venerdì 5 settembre in cui veniva inaugurato e aperto ufficialmente al traffico il traforo autostradale del San Gottardo". (Aldo Maffioletti, Media Viva, 2005)

La scuola media prende quindi il via nel 1980 con due classi di prima media nella sede di Ambrì e due nella sottosede di Airolo. Nel 1983 inizia a lavorare a pieno regime ospitando 233 allievi suddivisi in 13 sezioni (4 nella sottosede di Airolo).

Da allora si assiste a un calo, apparentemente inesorabile e purtroppo comune a tutte le regioni periferiche, della popolazione scolastica che in 30 anni si è ridotta a poco più di cento allievi distribuiti in sette sezioni. Nel frattempo (2008) e a malincuore è stata chiusa la sottosede di Airolo.

Oggi lavorano nella scuola media di Ambrì 23 docenti (a orario completo o parziale), un bibliotecario, una segretaria, un custode e cinque signore addette alle pulizie.

Il comprensorio

L’istituto di scuola media di Ambrì serve un comprensorio formato dai Comuni di Dalpe, Prato Leventina, Quinto, Airolo e Bedretto, che si estendono su di una superficie totale di 47'957 ettari, dalle gole del Piottino sino al passo della Novena. La popolazione residente è passata dai 4’092 abitanti del 1980, ai 3'335 della fine 2008 (USTAT, 2009), con una diminuzione in pochi anni pari al 18,5%.

Comune di Airolo

Comune di Bedretto

Comune di Dalpe

Comune di Prato Leventina

Comune di Quinto

Airolo

Bedretto

Dalpe

Prato Lev.

Quinto

Organizzazione e numeri utili

Antenne

  • Coordinamento attività orientamento scolastico: Gionata Forni, vicedirettore
  • Responsabile delle situazioni critiche a scuola: Marco Costi, direttore
  • Responsabile della prevenzione: Mauro Gobbi

Commissione scolastica intercomunale

  • Fabio Fransioli, Francesca Vella, Fabrizio Zanetta, Fabrizia Gendotti, Daniela Marveggio